Un dibattito collettivo sul futuro del quartiere (audio)

13015415_10207715156591333_8836682489623245340_nIl 16 e 17 aprile del 2016, nell’ambito dei due giorni di attività organizzate dal Dottorato in Ingegneria dell’Architettura e dell’Urbanistica (DICEA, università La Sapienza), si è svolto all’Idroscalo il dibattito “Presente e futuro dell’Idroscalo“. Ecco gli interventi in formato MP3, corredati da un breve riassunto. Qui il link completo a tutta la registrazione.

  1. Stefano Portelli, antropologo, moderatore del dibattito (12’32”): introduzione. Presentazione delle giornate, necessità di costruire un discorso nuovo sull’Idroscalo.
  2. Giorgio Jorio, pittore e intellettuale (4’34”): la cultura dell’abusivismo nasce dal bisogno di autogestione, contro una falsa retorica della legalità.
  3. Carlo Cellamare, urbanista (3’38”): presentazione del Dottorato, interesse verso la vita e la cultura delle periferie, per elaborare nuove soluzioni.
  4. Franca Vannini, portavoce Comunità Foce Tevere (1’01”): benvenuto e ringraziamenti, gli abitanti vogliono continuare a vivere all’Idroscalo.
  5. Marco Noli, assistente sociale (4’02”): l’aria dell’Idroscalo è aria di condivisione, di autogestione, di villaggio, ma anche di resistenza collettiva.
  6. Don Fabio, chiesetta dell’Idroscalo (3’36”): l’esperienza del Coordinamento Territoriale Idroscalo, da gennaio 2015 a marzo 2016, un tentativo di creare comunità.13007301_1030844353666140_2150796848186443245_n
  7. Roberto Fraschetti, scrittore (2’36”): l’Idroscalo è un luogo in cui si condivide e si resiste, e questo rende la lotta dell’Idroscalo la lotta di tutti.
  8. Roberto De Angelis, sociologo (9’23”): i comportamenti illegali possono essere legittimi, se difendono diritti di base: è la cultura della rivendicazione ad essere sotto attacco.
  9. Elena Mossini, abitante dell’Idroscalo (3’00”): ciò che ha l’Idroscalo è la sua capacità di lottare, è da questo che deriva la sua dignità.
  10. Dario Pennacchi, abitante dell’Idroscalo (2’48”): bisogna difendere l’Idroscalo dalla politica.
  11. Anna Ciucci, abitante dell’Idroscalo (6’38”): è importante chiarire come il progetto di Ferro Trabalsi per la Comunità Foce Tevere sia stato poi boicottato da Paula de Jesus e Andrea Schiavone. Segue dibattito con Franca Vannini e Francesca Bianchi, che spiegano il ruolo di Schiavone e de Jesus, e i problemi del progetto di Trabalsi.
  12. Stefano Portelli, antropologo, moderatore (1’37”): importanza del conflitto, bisogna lasciare che i problemi emergano.
  13. Stefano Salvemme, ex consigliere municipale (3’26”): formava parte della giunta che ha ordinato la demolizione, ma riconosce il valore del territorio e della sua lotta: l’Idroscalo nasce da un’ipocrisia delle istituzioni.
  14. discussione (4’11”): il dibattito si accende, sul ruolo di Paula de Jesus e sulla campagna elettorale di Andrea Schiavone e Manuela Fuso. Intervento di Francesca Bianchi. Chi non è dell’Idroscalo protesta che non si capisce di cosa si sta parlando.
  15. Paula de Jesus, urbanista (8’46”): l’origine della Comunità Foce Tevere, il ruolo che ha avuto con gli sgomberi. Gli aspetti tecnici del problema dell’Idroscalo e il progetto ‘casa e bottega’, che l’ABT ha ammesso che accetterebbe, almeno per una parte di abitanti.
  16. Stefano Portelli, antropologo, moderatore (2’52”): il conflitto interno al quartiere scaturisce soprattutto dalle demolizioni del 2010, che hanno provocato risentimento interno.
  17. Elena Mossini, abitante dell’Idroscalo (1’15”): i problemi del progetto di trasferimento degli abitanti di Idroscalo a Nuova Ostia.12993365_1030844333666142_8813577258630817465_n
  18. don Fabio, abitante dell’Idroscalo (2’39”): dall’università ci si aspetta che aiuti a fare chiarezza sulla situazione del quartiere.
  19. Jessica, abitante dell’Idroscalo (2’48”): è importante lottare per l’Idroscalo perché è quello che permette a tanta gente povera di non rimanere per strada.
  20. Stefano Portelli, antropologo, moderatore (4’39”): sintesi dei conflitti interni del quartiere, legati al bisogno di collaborare per ottenere servizi fondamentali.
  21. Cecilia Zamponi, architetta, dottoranda DICEA (4’11”): la gestione del Tevere e delle aree di esondazione sono legate più a scelte politiche che a criteri tecnici.
  22. Don Fabio, chiesetta dell’Idroscalo (6’22”): il bacino d’esondazione potrebbe essere forse un’altra area, a monte, in modo da salvare l’Idroscalo? l’edificazione nelle aree di esondazione è permessa, ma di attività commerciali come il Salaria Sport Village.
  23. Paula de Jesus, urbanista (8’12”): il partitore Capo due rami, opera in programma, richiederebbe il rinforzo dell’argine di Ostia, che potrebbe contribuire anche alla salvaguardia dell’Idroscalo. Sparizione del Piano di Zona dell’Idroscalo.
  24. Giacomo Salerno, filosofo, dottorando DICEA (2’27”): lo sgombero del 2010 è legato al pericolo di esondazione, o all’espansione del Porto Turistico? Segue intervento di Dario Pennacchi.
  25. Paula de Jesus, urbanista (5’26”): ma l’ampliamento del porto ora è bloccato, anche se non per sempre; le demolizioni ora sono invocate per la creazione di un Parco Fluviale.
  26. Giulia Barra, ingegnere, collettivo Dauhaus (3’24”): rapporto tra il livello tecnico e quello politico, e motivazione addotta per le demolizioni? Risposta di Paula de Jesus: il problema dell’esondazione era pretestuoso, perché le demolizioni sono state a mare.
  27. Fabio (1’39”): il Porto è quello che mette veramente in pericolo l’Idroscalo
  28. Carlo Cellamare, urbanista, docente DICEA (6’44”): chiusura del dibattito, e importanza della distinzione tra aspetti tecnici e aspetti politici, ma anche dell’analisi approfondita degli aspetti tecnici. Seguito da un intervento conclusivo di Stefano della parrocchia, sulla qualità della vita all’Idroscalo, e di Stefano Portelli, di ringraziamento ai partecipanti ed agli organizzatori.

13041478_10207541141819125_6334362769611088413_o

 

Un commento Aggiungi il tuo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...